inclusione

Sabato 26 maggio 2018 l’ITOP (centro sanitario e officine Ortopediche) ha celebrato  40 anni di attività, organizzando un grande evento  l’OPEN WEEKEND tre  giornate dedicate a tante iniziative, basate su tre temi fondamentali: ricerca, prevenzione e sport e ovviamente dedicate alla DISABILITÀ.

Il  susseguirsi di convegni, workshop e programmi sportivi dedicati ad atleti con disabilità hanno richiamato numerosi medici, tecnici, presidenti di associazioni per disabili di tutta Italia (CIP, F.I.P.I.C. , CTO, Santa Lucia e tanti altri), presenti gli amici della Nazionale italiana Calcio Attori e Nazionale italiana Calcio Amputati).

Uno spazio importante è stato dato a Special Olympics  per rappresentare” lo sport come fonte di inclusione”, così 43 bambini della scuola materna dell’IC K. Wojtyla insieme ad altrettanti  alunni del liceo Eliano Luzzatti di Palestrina si sono presentati  per esibirsi in una performance che ha toccato il cuore del pubblico, ballando un flash mob sulla canzone volare di Rovazzi e Morandi, prestazione già esibita il 3 dicembre in occasione della giornata mondiale della disabilità in tutte le IKEA d’Italia.

A seguire  i piccolini si sono esibiti in varie attività motorie sotto forma di  gioco  con la palla, questo programma fa  parte del progetto Young Athletes  di SOI che è un programma di sport e gioco per bambini tra i due e sette anni, dove sono coinvolte le classi con bambino  con disabilità intellettiva,sviluppando importanti abilità ai fini dell’apprendimento 

Attraverso questo programma tutti i bambini, le loro famiglie e i membri della comunità vengono incoraggiati a entrare nel mondo di Special Olympics, con l’obiettivo di permettere ai bambini con e senza disabilità di giocare insieme affinché possano imparare a conoscersi meglio aiutandoli a comprendere ed accettare gli altri, condividere e dare sostegno alle famiglie che hanno bambini “speciali“ aiutandoli a far crescere le loro speranze per il futuro dei figli.

Alla  realizzazione di  questo programma  hanno collaborato gli studenti del liceo Eliano che per tutto l’anno scolastico, una volta alla settimana, hanno lavorato a fianco dei piccoli atleti incoraggiando ed aiutandoli ad apprendere le loro attività (attività  che rientra nell’ASL).

Questo spazio dedicato a SOI si è concluso con una partita di calcia a 5 Unificato dove atleti con e senza disabilità intellettiva giocano insieme nella stessa squadra, le due squadre che hanno disputato l’incontro sono state Mai Soli di S. Cesareo allenate da Danilo Oppedisano  ex alunno del liceo  e Integra Sport di Monterotondo.

Questa partita e l’attività dei piccoli della scuola materna sono stati parte di una delle tante tappe dell’EFW (European Football Week) settimana durante la quale migliaia di atleti di tutte le età giocano partite di calcio in tutto il continente. Scendendo in campo, i calciatori, con e senza disabilità intellettiva, dimostrano al mondo che l’inclusione attraverso lo sport è possibile.

Giunta alla XVIII edizione, con il supporto della UEFA, Special Olympics organizza, dal 19 al 27 maggio, la European Football Week: la settimana europea del calcio Special Olympics, uno degli eventi di punta del nostro Movimento.

Silvia Merni